MASTER IN RIABILITAZIONE DEI DISORDINI MUSCOLOSCHELETRICI: AVANTI TUTTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Testa   
mercoledì 21 febbraio 2007

MASTER IN RIABILITAZIONE DEI DISORDINI MUSCOLOSCHELETRICI: AVANTI TUTTA


Finisce oggi il secondo seminario di studi del Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici, completando il distretto dell'arto inferiore.

Nel primo seminario il Prof. Erik Cattrysse ha inaugurato la IV edizione del Master con una lezione sulla "International Classification for Functioning" e la sua implementazione nell'attività clinica in riabilitazione.

La visione biopsicosociale dello stato di salute è infatti uno dei pilastri su cui si fonda la didattica del master. Insieme alla metodologia "EBM" e alla attenzione alla qualità tecnico esecutiva delle manovre mobilizzative e manipolative, costituisce l'impalcatura sulla quale sono costruiti i contenuti di insegnamento.

I docenti Lorenzo Spairani e Riccardo Ansaldi, coadiuvati da Davide Bruno Albertoni ed Erica Parola hanno condotto, tra gennaio e febbraio, in modo impeccabile e nei minimi dettagli le lezioni su tibiotarsica e piede, ginocchio ed anca.

Di particolare rilevanza l'inserimento nel programma delle ultime acquisizioni nell'ambito della riabilitazione del distretto della caviglia derivate dagli atti del III simposio internazionale sulla caviglia svoltosi a Dublino a giugno 2006, al quale hanno partecipato i massimi esperti del mondo nella riabilitazione e al quale ha partecipato in nostra rappresentanza Davide Bruno Albertoni.

Si avvicina la data dell'esame conclusivo di Teoria, Metodologia e Pratica Clinica della Terapia Manuale della III edizione del Master, che si svolgerà il giorno 11 Marzo. A tutti quanti sono impegnati nella dura preparazione della prova va il pieno supporto, mio e dello staff dei docenti e l'invito a perseverare con l'impegno e la serietà dimostrata lungo tutto il percorso formativo.

Al di la delle giuste rivendicazioni, condotte verso il legislatore, di riconoscimento e tutela della professione del fisioterapista , spetta a ciascuno di noi guadagnarsi la stima dei pazienti e dell'ambiente sanitario, dimostrando in ogni nostro atto il massimo della competenza e della professionalità. E questo non si ottiene per legge, ma solo tramite una costante e approfondita applicazione allo studio.

 

Marco Testa

Coordinatore Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici

Università degli Studi di Genova - Campus di Savona

Ultimo aggiornamento ( lunedì 17 settembre 2007 )
 
< Prec.   Pros. >